CRUMBLE DI FRAGOLE SPEZIATE (in collaborazione con il brand Scotch-Brite®)

Un dolce semplice con un insolito tocco speziato. Un dolce che sa di merende d’estate, gustato freddo magari con del gelato. Un dolce poco dolce che mi fa pensare al countryside inglese. Un dolce che si prepara, si cuoce e si può mangiare direttamente in teglia.

Ingredienti

CRUMBLE DI FRAGOLE SPEZIATE

Per la composta di frutta:

300 gr di fragole
3 cucchiai di zucchero di canna
2 cucchiai di amido di mais
3-4 chiodi di garofano
3-4 boccioli di rosa secchi per uso alimentare
pepe rosa in grani
basilico a piacere

Per il crumble:
50 gr di farina
50 gr di zucchero di canna
30 gr di avena in fiocchi
60 gr di burro a pezzetti

Attrezzatura:
1 teglia smaltata
1 spugnetta Scotch-Brite® Extreme

Come si fa

1- per prima cosa preparo la composta di frutta. Nella mia teglia metto le fragole a pezzetti, lo zucchero di canna ed aggiungo i chiodi di garofano, il pepe rosa e le rose secche dopo averli pestati insieme.  Se volete aggiungere un tocco insolito alle vostre fragole provate ad aggiungere qualche foglia di basilico spezzettata. Inforno a 180°, forno statico, per circa 10 minuti. A questo punto aggiungo l’amido di mais, in modo da rendere la composta più densa. Mescolo bene e rimetto in forno per altri 10 minuti.

2- nel frattempo preparo il crumble. Metto in una ciotola la farina, lo zucchero, l’avena ed aggiungo il burro freddo a pezzetti. Lavoro l’impasto con le mani fino ad ottenere delle grosse briciole.

3 – prendo la composta di fragole dal forno, deve essere caramellata e non troppo liquida, in caso contrario la lascio cuocere altri 5 minuti. Ricopro la superficie delle fragole con il crumble, lasciandolo cadere in modo il più omogeneo possibili. Rimetto la mia teglia in forno per altri 20 minuti.

Quando il crumble è pronto lo lascio raffreddare in modo che la composta di frutta si solidifichi un po’. Et voilà, siete pronti ad affondare i cucchiai???

CRUMBLE DI FRAGOLE SPEZIATE

Un dolce a base di frutta, con un retrogusto speziato-ma-non-troppo che, cucchiaio dopo cucchiaio, sparirà sotto i vostri occhi!

Per fortuna anche quelle fastidiose macchie di composta di fragole bruciacchiata spariranno in men che non si dica!

Basta una sola passata e la mia teglia è pronta per affrontare nuove #ricettextreme

CRUMBLE DI FRAGOLE SPEZIATE

Prova subito la nuova spugnetta Scotch- Brite® Extreme e scarica il buono sconto su https://www.facebook.com/ScotchBriteItalia

Bau-scotti

Dei biscotti speciali, specialissimi… Perché anche il migliore amico dell’uomo si merita una coccola speciale no? Semplici e genuini questi biscotti gli faranno leccare i baffi! Ecco una ricetta che arriva dalla nuova edizione di 3 Minuti di Dolcezza!

Ingredienti

100 gr di zucca bollita
250 gr di farina di grano duro
1 uovo
cannella qb

Come fare

Frullo zucca fino ad avere purea. Mischio ingredienti in ciotola a mano. Stendo impasto ritaglio, forno a 180 gradi 20’ per un lato giro e cuocio altro lato. Metto in barattolo.

Per prima cosa frullo la zucca cotta fino ad ottenere una purea liscia e senza grumi. In una ciotola mischio la purea di zucca con la farina di grano duro, profumo con la cannella e poi incorporo l’uovo. Mischio l’impasto a mano, quando ottengo un composto sodo ed omogeneo lo stendo e lo ritaglio.

Metto i miei bau-scotti in forno, a 180° per circa 20’ poi li giro e li cuocio dall’altro lato per circa 10’.

Biscotti

Rivedi la puntata di 3 Minuti di Dolcezza!

A lezione da Iginio Massari: Come piace a me #18

Iginio Massari

Come cantava Whitney Houston “I learned from the best, I learned from you” ed è esattamente così che si sente chi ha l’onore di assistere ad una lezione di Iginio Massari… Non a caso il Maestro è il Maestro!

Negli ultimi anni MasterChef lo ha consacrato come il giudice più temibile per quanto riguarda la pasticceria, ma Massari è molto, molto di più.

E’ uno straordinario pasticciere, certo, ma al tempo stesso è un uomo di scienza, un vero ingegnere del gusto.  Riesce a fondere un approccio scientifico ad una grande cultura, alla ricerca storica e soprattutto al gusto e all’amore per il bello.

Una lezione con lui sulle tecniche di base della pasticceria non è solo una lezione, è come assistere ad una performance. I suoi gesti, i suoi sguardi, i suoi commenti… E soprattutto la sua ironia sono impagabili.

Ho capito un sacco di cose passando una giornata con lui. Ma soprattutto la sensazione che mi è rimasta addosso è che grazie ai suoi insegnamenti preparare bignè, frolla, pan di spagna e quant’altro sarà una vera passeggiata!

Perché il Maestro Massari al lavoro ha questa dote: fa sembrare tutto stupendamente semplice. Pochi gesti, veloci e decisi ed ottiene prodotti meravigliosi. E mentre lo guardi ti sembra davvero che replicare quelle sue creazioni sia qualcosa di facile.

Iginio Massari

Le sue creazioni, i suoi dolci, hanno una semplicità apparente che è quasi disarmante. Decorazioni molto pulite, forme essenziali. Una semplicità che è davvero il punto di arrivo di un percorso lungo e complesso. Non è una semplicità di base, ma la sintesi della complessità.

Discorsi filosofici, pensieri e riflessioni che nascono guardando una crostata. E scusatemi se è poco!

La buona notizia è che queste lezioni sono davvero aperte a tutti… virtualmente! Se anche voi volete imparare le basi dal migliore non dovete fare altro che sintonizzarvi su Cielo stasera alle 21.15.

Eh già perché ogni settimana, prima delle puntate di Master Pasticcere di Francia 2, il Maestro Iginio Massari spiegherà a tutti i telespettatori come realizzare alla perfezione le preparazioni di base della pasticceria.

Prima lezione: il bignè. Ovvero uno dei miei storici talloni d’Achille, almeno fino a prima di questa lezione con Massari!

Iginio Massari

Torta del buonumore al cioccolato ( in collaborazione con il brand Scotch-Brite® 


In inglese si chiama Depression Cake. È una ricetta senza latte, burro o uova nata negli anni 30 durante la Grande Depressione, quando questi ingredienti erano molto costosi e difficili da reperire. Oggi diremmo che è una torta vegana, senza latte, burro o uova… Come cambiano i tempi no? Per me è una sorta di torta del buonumore naturale perché è leggera, perfetta per una colazione o una merenda e posso mangiarne doppia (o tripla!) porzione senza sentirmi troppo in colpa 😉

In più è davvero facilissima da preparare, uso solo una delle mie super teglie inglesi in alluminio così passa dal forno direttamente in tavola!

torta-buonumore1

Ingredienti

Per la torta:
200 gr di farina autolievitante
100 gr di zucchero di canna
30 gr di cacao amaro
1 cucchiaio di bicarbonato
40 gr di olio di cocco
10 gr di aceto bianco
acqua qb

Attrezzatura:
1 teglia smaltata
1 spugnetta Scotch-Brite® Extreme

Come si fa

1 – Metto farina, zucchero e cacao nella teglia. Mescolo bene con un cucchiaio e schiaccio eventuali grumi.

2 – Faccio due piccoli buchi (uno più grande ed uno piccolo) nella miscela di ingredienti, un po’ come quando si prepara la pasta in casa e bisogna fare un buco per le uova… Solo che in questo caso nei due piccoli “crateri” vado a mettere l’aceto bianco da un lato o l’olio di cocco sciolto nell’altro.

3 – A questo punto ricopro tutto con dell’acqua. Ne uso circa una tazza, ne verso un po’ alla volta ed inizio a mescolare tutto con una forchetta. Quando l’impasto è omogeneo uso una piccola frusta per essere sicura di amalgamare al meglio tutti gli ingredienti.

4 – Metto la mia teglia nel forno caldo, modalità statica a 180° e lascio cuocere per circa 40 minuti. Come per tutte le torte vale la prova stuzzicadenti, quando esce asciutto la torta è pronta!

5 – Decoro in modo molto semplice con polvere di lampone disidratato e qualche fiore commestibile… dato che è una torta semplice mi piace non “caricarla” troppo ma potete decorarla con panna o con una glassa al cacao oppure servirla con del gelato o della frutta fresca… qualunque cosa la vostra fantasia vi suggerisca!

Lascio raffreddare la mia torta Anti-Depressione nella teglia, resistendo alla tentazione di tagliarne subito un pezzetto!!! Quando è ben fredda la sformo.

torta-buonumore2

torta-buonumore3

Una torta davvero facile… perfetta anche per i vegani e soprattutto facilissima da preparare anche quando il frigo è vuoto!

Certo l’impasto che sporca i bordi della mia teglia si brucia e resta parecchio incrostato ma per fortuna ho la soluzione giusta… Niente più ammollo e paglietta, adesso basta una sola passata e la mia teglia è pronta per affrontare nuove #ricettextreme.

torta-buonumore4

Prova subito la nuova spugnetta Scotch- Brite® Extreme e scarica il buono sconto su https://www.facebook.com/ScotchBriteItalia

Biscotti Sakura: omaggio alla primavera

Biscotti Primavera

Da anni amici e parenti mi definiscono “cintura nera di frolla”. I miei biscotti sono quindi diventati col tempo un mio vero e proprio cavallo di battaglia. La ricetta di base è sempre la stessa e di volta in volta mi diverto solo ad aromatizzarla in modi diversi, aggiungendo scorza di agrumi o fiori di lavanda o polvere di tea matcha o frutta disidratata in polvere. E’ una frolla davvero burrosa ed il suo segreto è il sale!

Ne preparo sempre una buona quantità e se avanza la surgelo e la tengo in freezer in modo da averne sempre una piccola scorta a portata di mano.

Per prepararla uso la planetaria. Metto 750 gr di farina e 500 gr di burro, freddo, tagliato a pezzetti. Uso un burro con i fiocchi di sale all’interno. Nel caso non lo troviate basta aggiungere alla farina un paio di cucchiaini di fiocchi di sale. Usando i fiocchi infatti non verrà solo stemperata la dolcezza della frolla ma si percepirà il sale in tutta la sua “croccantezza” ed è questo che la rende così speciale! Con un cucchiaio di legno mischio bene il burro in modo che sia ben distribuito nella ciotola della planetaria e non resti in superficie. Gancio K e lascio andare la planetaria fino ad avere un impasto sbriciolato. Aggiungo a questo punto 250 gr di zucchero a velo, 3 tuorli ed eventuali aromi. In questo caso, la scorza di un limone e circa un cucchiaino di succo. Riaziono la planetaria e quando l’impasto si trasforma in una palla, mi fermo. Una veloce impastata a mano, direttamente nella ciotola, poi divido l’impasto in 3 parti e le avvolgo nella pellicola trasparente. Le metto in frigorifero per almeno mezzora e poi inizio a stenderla e lavorarla un panetto alla volta, in modo da evitare che si scaldi troppo e tenga poco la forma scelta.

Per i miei Biscotti Sakura, un mio personalissimo omaggio al momento della fioritura dei ciliegi che viene celebrato in Giappone, uso dei fiori commestibili.

Ultimamente si trovano in diversi supermercati delle confezioni di insalata già pronta con dei fiori commestibili. Le compro, però i fiori non li servo con l’insalata ma li metto a seccare tra le pagine dei libri, chiusi tra dei fogli di carta forno. Poi una volta secchi li uso per decorare dolci e dolcetti. O biscotti, come in questo caso!

Stendo la frolla e ritaglio dei semplici biscotti circolari, li cuocio in forno già caldo a 180° per circa 6 minuti. Li tolgo dal forno, ne spennello con poco albume sbattuto la superficie, appoggio velocemente un fiore al centro di ogni biscotto e ricopro con  poco zucchero granulare. Rimetto i miei biscotti Sakura in forno per un paio di minuti in modo che albume e zucchero formino una piccola “crosticina”.

Una volta freddi li conservo in scatole di latta, durano un paio di settimane. Ma finiscono sempre molto, molto prima!

Biscotti Primavera

Persian Love Cake: una torta magica

Una torta che si porta appresso una leggenda, che profuma di spezie e di oriente e che ci trasporta un po’ nel mondo de “Le mille e una notte”.
C’era una volta una ragazza persiana che si innamorò follemente di un Principe. Per far sì che anche lui si innamorasse cucinò per lui una torta piena di ingredienti magici, una torta così meravigliosa che il Principe non avrebbe potuto far altro che ricambiare il suo amore.
Poter magici di questo tipo non so se ne abbia ma si dice che il cardamomo e lo zafferano abbiano proprietà afrodisiache per cui…
Di sicuro è un dolce che mi piace parecchio anche si ci ho messo un po’ per arrivare ad una ricetta che incontrasse i miei gusti… Sono partita da questi donuts perché volevo preparare dei piccolissimi dolcetti da servire con il caffè e li ho modificati leggermente. Il risultato mi soddisfa parecchio, risalta molto lo zafferano e il sapore della rosa è leggero e non sovrasta troppo. Insomma come sempre andate e sperimentate anche voi, che ogni aggiunta/sostituzione è la benvenuta!

persian

Ingredienti

110 gr farina autolievitante
110 gr di zucchero
110 gr di burro
40 gr di pistacchi sgusciati non salati
2 uova
1 cucchiaino di acqua di rose (si trova in fialette in alcuni supermercati oppure nei negozi etnici)
pistilli di zafferano
4 baccelli di cardamomo
scorza d’arancia
succo di limone

Ho montato in planetaria il burro con lo zucchero ed i pistilli di zafferano. Io ne ho usati una decina perché non erano particolarmente intensi come sapore, nel caso usaste dei pistilli dal profumo e dall’aroma molto forte usatene decisamente meno!
Ho pestato 4 semi di cardamomo e ne ho raccolto i semi che ho polverizzato insieme ai pistacchi nel mixer.
Ho aggiunto un uovo alla volta in planetaria, poi ho profumato con l’acqua di rose ed ho aggiunto i pistacchi, un cucchiaino scarso di succo di limone e la scorsa di mezza arancia. Per finire ho aggiunto la farina setacciandola.
Ho messo il composto in una sac a poche e ho riempito i miei stampi da mini donuts e qualche piccolo stampino in silicone a forma di ciambellina decorata, voi potete ovviamente usare la forma che preferite oppure versare l’impasto in una qualunque tortiera.
Forno ben caldo a 180° per circa 20 minuti.
Ho sformato i miei dolcetti solo quando si sono raffreddati, li ho ricoperti con una semplice glassa (succo di limone+zucchero a velo) e li ho decorati con granella di pistacchio e petali secchi di rosa frantumati (alimentari!!!).
Se il sapore della rosa vi piace potete intensificarlo, sia aggiungendo mezzo cucchiaino di acqua di rose in più all’impasto che utilizzandola per la glassa di copertura finale.

Deliciously Ella: Come piace a me #16

Deliciously Ella

Deliciously Ella è una vera potenza mediatica. Il suo blog, la sua app, i suoi video, i suoi due libri, il suo shop online e persino un Deli a Londra dove vengono servite le sue ricette. E’ giovane, bella e ricca. E’ la nipote del sig. Sainsbury, un po’ il nostro sig. Esselunga per capirci. Cadere nella trappola del “che ci vuole, è ricca e sicuramente raccomandata” sarebbe facilissimo ed in molto infatti ci cadono.

Ma Ella è molto, molto di più. Per prima cosa va detto che è dannatamente brava. E spontanea. Ed entusiasta della vita. E che tutto questo traspare da ogni cosa che scrive/dice o fa.

In più lavora sodo, molto. Ha iniziato il suo percorso nel mondo delle ricette healthy, vegetariane e vegane a causa di una rara malattia legata alla stanchezza cronica.

A gennaio 2012, dopo molto ricerche, ha provato a cambiare radicalmente il suo stile alimentare e mese dopo mese ha iniziato a stare meglio. Le sue ricette sono decisamente semplici e sono un mix di stili alimentari diversi. Essendo una giovane londinese con una vita fatta di snack, take away e appuntamenti al pub cambiare radicalmente il suo stile alimentare non è stato facile e in alcune sue ricette ricerca un po’ quel senso di “comfort food” che sicuramente ha perso adottando un regime alimentare nuovo.

“Love your life
love your food
love yourself”.

Insomma, anche se di sicuro io non sarei (almeno al momento) in grado di passare ad una “plant-based diet” di sicuro, trovo lei e le sue ricette una ottima fonte di ispirazione tutto all’insegna di un mood davvero… Come piace a me!

Ella Woodward
DELICIOUSLY ELLA  EVERYDAY
Yellow Kite

Dolce al tegamino

Direttamente dalla nuova stagione di 3 minuti di dolcezza ecco un dessert perfetto per la Pasqua.

Sembra un vero Uovo al Tegamino. Invece è una semplicissima pannacotta!

Bella da vedere e buona, buonissima, da mangiare! E Buona Pasqua a tutti!

Dolce al tegamino di Pasqua

Ingredienti

200 ml panna fresca
100 ml latte
125 ml yogurt greco
3 cucchiai di zucchero a velo
3 fogli di gelatina
albicocche (o pesche) sciroppate
cioccolato fondente per decorare

Come si fa

Per prima cosa metto la gelatina in ammollo in acqua fredda. Nel frattempo metto panna e latte sul fuoco. Quando sono caldi aggiungo lo zucchero a velo e per evitare la formazione di grumi lo  filtro attraverso un colino. Porto a bollore il mix di latte e panna dopodiché spengo il fuoco ed aggiungo la gelatina strizzata. Mescolo con cura cercando di far sciogliere al meglio la gelatina poi incorporo lo  yogurt greco, aggiungendo un cucchiaio alla volta.

Prendo dei piccoli piatti o un pentolino e verso un primo strato, sottile, di panna cotta. Metto in freezer a solidificare un paio di minuti. Quindi aggiungo un secondo strato in modo da avere una base di “albume” d’uovo più larga e sottile ed una zona centrale più spessa. Metto i piattini o pentolini in frigorifero a rassodare per bene. Come tocco finale aggiungo il tuorlo usando una albicocca (o pesca) sciroppata. Lascio colare un po’ di sciroppo intorno al mio tuorlo per rendere l’uovo al tegamino più realistico e per finire grattugio un po’ di cioccolato fondente a mo’ di pepe.

GUARDA LA RICETTA SU TRE MINUTI DI DOLCEZZA

Nidi di Pasqua

Nidi di Pasqua

Ecco un dolcetto di quelli “poca spesa tanta resa” perfetto per la tavola di Pasqua! Vi ricordate la ricetta dei miei Biscotti Coccobello?

Si tratta di una semplice variazione sul tema!

Preparate l’impasto come descritto nella ricetta. Imburrate od oliate una teglia da minimuffins e mettete un po’ di impasto in ogni incavo. Con il manico di un cucchiaio di legno (o con le dita!) andate a fare un buco al centro creando così un piccolo cestino.

Infornate e quando i nidi sono ben raffreddati staccateli dallo stampo con delicatezza aiutandovi con un coltello a lama piatta.

Ora non resta che farcirli! Potete usare della crema alla nocciola, della marmellata o della ganache al cioccolato. A me piace molto l’abbinata con il cioccolato fondente o con il lemon curd.

Come tocco finale posizionate qualche piccolo ovetto di cioccolato al centro del vostro nido e voilà… il dessert è pronto!

Tre minuti di dolcezza

Ve lo avevo detto no? Ed ogni promessa è debito…

Rullino i tamburi, squillino le trombe… da Lunedì 14 Marzo torna, su La5, Tre minuti di dolcezza!

25 nuove ricette belle da vedere e buone da mangiare, mi raccomando provate e farle a casa e mandateci le foto delle vostre creazioni!

Ci vediamo on air lunedì, segnatevi l’appuntamento in agenda: tutti i giorni alle 13 su La5.

Tre minuti di dolcezza