Marshmallow limone e timo

La mia passione per i marshmallow è nota… sarà che mi fanno tornare un po’ bambina, sarà che mi sembra sempre ci sia qualcosa di magico in uno sciroppo di zucchero liquido e trasparente che diventa un ammasso di crema marshmallow bianca e soffice (e sì, lo so che ha a che fare con la chimica ma continuo a preferire la fatina dei dolcetti come spiegazione!), sarà anche che con questo caldo la mia voglia di accendere il forno è pari a zero… Insomma in questi giorni sto giocando un po’ con diversi abbinamenti. E questo, Limone & Timo mi soddisfa parecchio!

Chi l’avrebbe detto che una caramella da bimbi potesse diventare gourmet?

Ingredienti

300 gr di zucchero
120 gr di glucosio
50 gr di acqua
16 gr di gelatina in fogli
1 limone, scorza e succo
1 cucchiaino di foglie di timo
sale un pizzico
zucchero a velo
amido di mais
olio vegetale

marshmallow

Come si fa

I passaggi sono molto simili alla ricetta di base che trovate QUI.

Ricapitolando:

1- per prima cosa preparo uno zucchero aromatizzato. Lo preparo in anticipo prima in modo da ottenere un sapore più intenso! Metto nel mixer lo zucchero, le foglioline di timo e la scorza di limone e frullo a intermittenza per rendere il tutto il più omogeneo possibile. Poi metto lo zucchero aromatizzato e lo lascio riposare per almeno 24 ore.

2- a questo punto procedo con la ricetta classica dei marshmallow, quindi verso lo zucchero aromatizzato in un pentolino, aggiungo acqua e glucosio e lascio bollire  fino allo stadio della Piccola Bolla (120° circa) .

3 – mentre lo sciroppo è sul fuoco, metto in ammollo la gelatina, dopo circa 10’ la strizzo e la metto in planetaria al minimo della velocità. Quando  lo sciroppo arriva alla giusta temperatura, lo verso a filo sulla parete della ciotola della planetaria e aumento  mano a mano la velocità.  Il composto diventerà bianco, colloso e triplicherà di volume. A questo punto aggiungo il succo di limone (e se sono solo per adulti anche un cucchiaino di gin per aromatizzare ulteriormente il tutto!). Appena il liquido è bene incorporato, metto la planetaria a velocità massima per circa 5’.

4- mentre il marshmallow si monta senza che io faccia troppa fatica mi occupo della teglia. Per prima cosa la ungo con olio vegetale aiutandomi con un pennello, metto della carta forno tagliata in misura e che sborda per un bel pezzo, in modo che mi possa servire per estrarre con facilità il blocco di marshmallow dalla teglia. Mischio zucchero a velo ed amido di mais, verso questo composto sulla carta forno e cospargo un paio di manciate di tageti commestibili secchi (li trovo in erboristeria).

5- quando il marshmallow è pronto, mi bagno le mani con acqua calda e con l’aiuto di una spatola, sempre bagnata, verso il dolce nella teglia. Non appena al tatto diventa troppo appiccicoso mi ribagno le mani e ribagno la spatola. Una volta versato tutto, appiattisco la superficie del marshmallow e ricopro con altro zucchero a velo + amido e con un paio di ulteriori manciate di tageti. Lascio riposare per almeno 8-10 ore.

No anguria no party

anguria1

Chi mi conosce bene lo sa, per me le feste a tema sono una sorta di religione… o forse sono solo una mia (sana) ossessione! Fatto sta che l’idea di avere un tema e lavorarci sopra fino ad arrivare ad un party tutto coordinato mi entusiasma sempre… Anche quando la festa non la organizzo io ma qualche amica! E’ stato così anche per Federica e per la festa per Camilla… Un tripudio di Angurie! E così mi sono intonata con queste Angurie di Meringa.

La ricetta base è questa.

La meringa per me è veramente un jolly… Più che un dolce la considero quasi una “materia” con cui lavorare, con cui scrivere, disegnare, inventare… Insomma ogni volta che mi metto a “meringare” sono una ragazza felice!

Mi è bastato aggiungere ai due terzi della meringa una punta di colorante rosa (ehm ho provato ad usare anche poco succo di anguria ma non ho avuto risultati soddisfacenti sia in termini di consistenza della meringa che quanto a sapore…), un pizzico di verde al resto e disegnare poi con la sac a poche delle fette di anguria.

Ho preferito disegnare un triangolo, uno spicchio di anguria piuttosto che la classica fetta pensando che per i bimbi fosse più semplice afferrarla e mangiarla!

Una manciata di gocce di cioccolato sparse sulla nostra fetta di meringa per dei semini… Una volta tanto i semini saranno golosi anziché fastidiosi!!!

anguria2

La tazza magica

Arrivo tardi lo so, ma come si dice? Meglio tardi che mai!!! Da tempo oramai spopolano sul web milioni di ricette per torte, muffins o brownie da cuocere comodamente in una tazza nel microonde

Esattamente l’idea geniale per risolvere una colazione della domenica o una merenda speciale con i bambini adesso che il caldo si fa sentire e che la voglia di accendere il forno diminuisce a mano a mano che la temperatura sale!

Si prepara in un attimo e davvero per i bimbi ha un qualche cosa di magico: una torta pronta in 2’? al cioccolato? E che possiamo preparare insieme? Bisogna riconoscere che hanno ragione loro, un po’ magico lo è!

Io ho usato delle tazze molto grandi, in modo da non avere problemi con la lievitazione, voi regolatevi di conseguenza… di sicuro serve una mug bella comoda, se volete usare una tazzina dovrete modificare la dose indicata. Uso i misuratori all’americana per praticità, devo dire che per una ricetta così veloce sono la soluzione perfetta. Tanto più che possono usarli direttamente i bimbi e prepararsi da soli la loto Tazza Magica

Si prende una tazza (ovviamente… deve poter andare in microonde!), si versano tutti gli ingredienti, si mescola con un cucchiaio, se l’impasto fosse troppo denso si può aggiungere un altro po’ di latte (o acqua)…  2’ alla potenza massima ed è pronta!

Questa è la mia ricetta base ma potete davvero sbizzarrirvi e “giocare” a scoprire nuovi sapori. Un po’ di scorza d’arancia, o qualche arancia candito… oppure delle noci o delle mandorle… o delle gocce di cioccolato per renderlo ancora più “cioccolatoso”… insomma, si può davvero sperimentare!

Una sola, importante, accortezza: il nostro brownie scotterà parecchio per cui aspettate un paio di minuti prima di farlo azzannare ai bimbi in modo che non sia ustionante!

Cosa serve
¼ cup  di zucchero di canna (40 gr)
¼ cup  di farina autolievitante (30 gr)
1 cucchiaio di cacao amaro
1 cucchiaio di olio
3 cucchiai di latte (o acqua!)
1 pizzico di sale

tazza_magica2

 

Cheesecake sullo stecco

Secondo tutti i miei amici posso definirmi “cintura nera di cheesecake”… titolo che mi sono ampiamente meritata sul campo, faticando alla ricerca della ricetta migliore per me e guadagnandomi oltre al titolo anche un paio abbondanti chili extra… Come si dice? E’ un duro lavoro ma qualcuno deve pur farlo!

Per la crema cheesecake la ricetta la trovate qui.

E’ davvero una ricetta jolly per quanto mi riguarda e la uso come base per un sacco di altri dolci e dolcetti! Come in questo caso…

Cheesecake-02

3 minuti di dolcezza. Una produzione Sunrise. Regia: Christian Gandini

Preparo la mia crema cheesecake, se volete che sia ancora più compatta potete aumentare la quantità di cioccolato bianco fuso, riducendo leggermente quella di zucchero a velo. Verso la crema in una tortiera a cerniera tonda. Ho rivestito la base con carta forno in modo da poterla poi sformare senza problemi.

Metto tutto in freezer a raffreddare per bene. Per aiutarmi nel taglio finale appena si è raffreddata con la lama piatta di un coltello disegno 6 fette (oppure 8 oppure 4… dipende da quanto volete sia grande la vostra cheesecake sullo stecco!) poi tolgo l’anello della tortiera ed incastro al centro di ogni sagoma di fetta uno stecchino da ghiacciolo, assicurandolo con del cioccolato fuso.

Rimetto tutto in congelatore e dopo qualche ora prendo la mia cheesecake e seguendo le linee guida vado a tagliare le fette. Et voilà! Cheesecake sullo Stecco pronta in tutto il suo splendore!

In 3 minuti di dolcezza ho decorato la cheesecake con dei Tageti commestibili comprati in erboristeria. Sono una delle decorazioni che preferisco, colorata, scenografica e naturale… Ma le fette di cheesecake sullo stecco sono una sorta di tela bianca, potete ricoprirle con cioccolato fuso, decorarle con fiori di zucchero o con granella di zucchero colorato… insomma, come sempre Sky’s the limit!

3 minuti di dolcezza: guarda la ricetta

 

Festa Express

Ecco una di quelle ricettine di cui vado davvero orgogliosa! E non potevo non mostrarla a tutti anche in  3 minuti di dolcezza in onda su LA5.

E’ perfetta per un picnic ma soprattutto può essere spedita per fare degli insoliti auguri di buon compleanno… Non a caso si chiama Festa Express!

La ricetta della torta è davvero solo uno spunto, io vi propongo una torta molto morbida e profumata all’ananas proprio per partire già da un ingrediente in lattina, ma potete naturalmente utilizzare qualunque torta e prepararla poi in lattina!

festa_express

3 minuti di dolcezza. Una produzione Sunrise. Regia: Christian Gandini

Ingredienti:
240 gr farina con lievito
200 di zucchero bianco
1 lattina di ananas con sciroppo al naturale
2 uova
vaniglia
aroma rum
100 gr di polpa mela/ananas

Per una Torta in Lattina per prima cosa ci serve… la lattina!

Prendo l’ananas, capovolgo la lattina e la vado ad aprire con un apriscatole dal fondo. In pratica il lato superiore della lattina, quello con il gancio per l’apertura veloce lo dobbiamo lasciare intatto in modo che chi la riceverà possa “stapparla” come fosse una qualunque lattina della nostra dispensa! In una ciotola verso l’ananas e lo spezzetto il più possibile. In una seconda ciotola utilizzando le fruste elettriche vado a  mischiare tutti gli altri ingredienti ed aggiungo infine l’ananas mescolando a mano. Verso l’impasto nella lattina che ho imburrato ed infarinato con cura. La riempio per poco meno di 2/3 in modo da non farla “debordare” in cottura.

Con queste dosi io di solito faccio una-due lattine da regalare ed un plumcake o dei muffins per la colazione. La mia intendo. un regalo per me 😉

Accendo il forno a 180 gradi e lascio cuocere per circa 30’. Lascio raffreddare poi capovolgo la lattina e vado a chiuderne il fondo. Prendo il disco che avevo levato aprendola, lo avvolgo con cura nell’alluminio e lo vado ad incastrare sul fondo della torta, assicurandolo se serve con del nastro adesivo.

Adesso non resta che farsi prendere da … un Craft-Attack!!!

Per decorare la lattina vi servirà:
Carta colorata già tagliata in misura
Masking tape
Tondino di cartoncino
Candelina di compleanno
Nastrini ed etichette

Con la carta già tagliata alla stessa altezza della lattina la ricopro e fermo tutto con il masking tape. Uso 2 o 3 strisce di carta di fantasia diverse in modo da ottenere una lattina molto scenografica. Come tocco finale, assicuro una candelina ad un tondino di cartoncino e lo attacco poi alla lattina con altro masking tape.

3 minuti di dolcezza: guarda la ricetta

Felicità #5

felicita5

5 cose –piccole e sempre rigorosamente in ordine sparso- che rappresentano cosa per me è la felicità.

  • Un sorriso di fronte a della schiuma di latte. (foto)
  • Camminare a piedi nudi. Non solo nel parco, mi accontento anche del pavimento di casa
  • Le farfalle nello stomaco quando sta per arrivare un momento che aspetti con un misto di ansia e felicità
  • Il gelato al pistacchio. O al cioccolato fondente.
  • Quella telefonata da un amico o da un’amica che non senti da un sacco ma a cui pensi spesso.