Marshmallow limone e timo

La mia passione per i marshmallow è nota… sarà che mi fanno tornare un po’ bambina, sarà che mi sembra sempre ci sia qualcosa di magico in uno sciroppo di zucchero liquido e trasparente che diventa un ammasso di crema marshmallow bianca e soffice (e sì, lo so che ha a che fare con la chimica ma continuo a preferire la fatina dei dolcetti come spiegazione!), sarà anche che con questo caldo la mia voglia di accendere il forno è pari a zero… Insomma in questi giorni sto giocando un po’ con diversi abbinamenti. E questo, Limone & Timo mi soddisfa parecchio!

Chi l’avrebbe detto che una caramella da bimbi potesse diventare gourmet?

Ingredienti

300 gr di zucchero
120 gr di glucosio
50 gr di acqua
16 gr di gelatina in fogli
1 limone, scorza e succo
1 cucchiaino di foglie di timo
sale un pizzico
zucchero a velo
amido di mais
olio vegetale

marshmallow

Come si fa

I passaggi sono molto simili alla ricetta di base che trovate QUI.

Ricapitolando:

1- per prima cosa preparo uno zucchero aromatizzato. Lo preparo in anticipo prima in modo da ottenere un sapore più intenso! Metto nel mixer lo zucchero, le foglioline di timo e la scorza di limone e frullo a intermittenza per rendere il tutto il più omogeneo possibile. Poi metto lo zucchero aromatizzato e lo lascio riposare per almeno 24 ore.

2- a questo punto procedo con la ricetta classica dei marshmallow, quindi verso lo zucchero aromatizzato in un pentolino, aggiungo acqua e glucosio e lascio bollire  fino allo stadio della Piccola Bolla (120° circa) .

3 – mentre lo sciroppo è sul fuoco, metto in ammollo la gelatina, dopo circa 10’ la strizzo e la metto in planetaria al minimo della velocità. Quando  lo sciroppo arriva alla giusta temperatura, lo verso a filo sulla parete della ciotola della planetaria e aumento  mano a mano la velocità.  Il composto diventerà bianco, colloso e triplicherà di volume. A questo punto aggiungo il succo di limone (e se sono solo per adulti anche un cucchiaino di gin per aromatizzare ulteriormente il tutto!). Appena il liquido è bene incorporato, metto la planetaria a velocità massima per circa 5’.

4- mentre il marshmallow si monta senza che io faccia troppa fatica mi occupo della teglia. Per prima cosa la ungo con olio vegetale aiutandomi con un pennello, metto della carta forno tagliata in misura e che sborda per un bel pezzo, in modo che mi possa servire per estrarre con facilità il blocco di marshmallow dalla teglia. Mischio zucchero a velo ed amido di mais, verso questo composto sulla carta forno e cospargo un paio di manciate di tageti commestibili secchi (li trovo in erboristeria).

5- quando il marshmallow è pronto, mi bagno le mani con acqua calda e con l’aiuto di una spatola, sempre bagnata, verso il dolce nella teglia. Non appena al tatto diventa troppo appiccicoso mi ribagno le mani e ribagno la spatola. Una volta versato tutto, appiattisco la superficie del marshmallow e ricopro con altro zucchero a velo + amido e con un paio di ulteriori manciate di tageti. Lascio riposare per almeno 8-10 ore.