Torta del buonumore al cioccolato ( in collaborazione con il brand Scotch-Brite® 


In inglese si chiama Depression Cake. È una ricetta senza latte, burro o uova nata negli anni 30 durante la Grande Depressione, quando questi ingredienti erano molto costosi e difficili da reperire. Oggi diremmo che è una torta vegana, senza latte, burro o uova… Come cambiano i tempi no? Per me è una sorta di torta del buonumore naturale perché è leggera, perfetta per una colazione o una merenda e posso mangiarne doppia (o tripla!) porzione senza sentirmi troppo in colpa 😉

In più è davvero facilissima da preparare, uso solo una delle mie super teglie inglesi in alluminio così passa dal forno direttamente in tavola!

torta-buonumore1

Ingredienti

Per la torta:
200 gr di farina autolievitante
100 gr di zucchero di canna
30 gr di cacao amaro
1 cucchiaio di bicarbonato
40 gr di olio di cocco
10 gr di aceto bianco
acqua qb

Attrezzatura:
1 teglia smaltata
1 spugnetta Scotch-Brite® Extreme

Come si fa

1 – Metto farina, zucchero e cacao nella teglia. Mescolo bene con un cucchiaio e schiaccio eventuali grumi.

2 – Faccio due piccoli buchi (uno più grande ed uno piccolo) nella miscela di ingredienti, un po’ come quando si prepara la pasta in casa e bisogna fare un buco per le uova… Solo che in questo caso nei due piccoli “crateri” vado a mettere l’aceto bianco da un lato o l’olio di cocco sciolto nell’altro.

3 – A questo punto ricopro tutto con dell’acqua. Ne uso circa una tazza, ne verso un po’ alla volta ed inizio a mescolare tutto con una forchetta. Quando l’impasto è omogeneo uso una piccola frusta per essere sicura di amalgamare al meglio tutti gli ingredienti.

4 – Metto la mia teglia nel forno caldo, modalità statica a 180° e lascio cuocere per circa 40 minuti. Come per tutte le torte vale la prova stuzzicadenti, quando esce asciutto la torta è pronta!

5 – Decoro in modo molto semplice con polvere di lampone disidratato e qualche fiore commestibile… dato che è una torta semplice mi piace non “caricarla” troppo ma potete decorarla con panna o con una glassa al cacao oppure servirla con del gelato o della frutta fresca… qualunque cosa la vostra fantasia vi suggerisca!

Lascio raffreddare la mia torta Anti-Depressione nella teglia, resistendo alla tentazione di tagliarne subito un pezzetto!!! Quando è ben fredda la sformo.

torta-buonumore2

torta-buonumore3

Una torta davvero facile… perfetta anche per i vegani e soprattutto facilissima da preparare anche quando il frigo è vuoto!

Certo l’impasto che sporca i bordi della mia teglia si brucia e resta parecchio incrostato ma per fortuna ho la soluzione giusta… Niente più ammollo e paglietta, adesso basta una sola passata e la mia teglia è pronta per affrontare nuove #ricettextreme.

torta-buonumore4

Prova subito la nuova spugnetta Scotch- Brite® Extreme e scarica il buono sconto su https://www.facebook.com/ScotchBriteItalia

Dolce al tegamino

Direttamente dalla nuova stagione di 3 minuti di dolcezza ecco un dessert perfetto per la Pasqua.

Sembra un vero Uovo al Tegamino. Invece è una semplicissima pannacotta!

Bella da vedere e buona, buonissima, da mangiare! E Buona Pasqua a tutti!

Dolce al tegamino di Pasqua

Ingredienti

200 ml panna fresca
100 ml latte
125 ml yogurt greco
3 cucchiai di zucchero a velo
3 fogli di gelatina
albicocche (o pesche) sciroppate
cioccolato fondente per decorare

Come si fa

Per prima cosa metto la gelatina in ammollo in acqua fredda. Nel frattempo metto panna e latte sul fuoco. Quando sono caldi aggiungo lo zucchero a velo e per evitare la formazione di grumi lo  filtro attraverso un colino. Porto a bollore il mix di latte e panna dopodiché spengo il fuoco ed aggiungo la gelatina strizzata. Mescolo con cura cercando di far sciogliere al meglio la gelatina poi incorporo lo  yogurt greco, aggiungendo un cucchiaio alla volta.

Prendo dei piccoli piatti o un pentolino e verso un primo strato, sottile, di panna cotta. Metto in freezer a solidificare un paio di minuti. Quindi aggiungo un secondo strato in modo da avere una base di “albume” d’uovo più larga e sottile ed una zona centrale più spessa. Metto i piattini o pentolini in frigorifero a rassodare per bene. Come tocco finale aggiungo il tuorlo usando una albicocca (o pesca) sciroppata. Lascio colare un po’ di sciroppo intorno al mio tuorlo per rendere l’uovo al tegamino più realistico e per finire grattugio un po’ di cioccolato fondente a mo’ di pepe.

GUARDA LA RICETTA SU TRE MINUTI DI DOLCEZZA

Cake Pops: we all scream for icecream!

Cake Pops

Che le cake pops mi diano grande soddisfazione devo avervelo già detto… Non riesco davvero ad immaginare un modo più creativo-e gustoso-per far fuori degli avanzi di torta! Succede che dopo la torta per il Compleanno di Mattia io mi sia ritrovata con un po’ di crema cheesecake e con degli avanzi di torta al cioccolato… due dischi sottili per la precisione, avanzati dopo aver rifilato i due piani di torta in modo da pareggiarli ed avere una torta il più diritta possibile.

Avevo questa idea in testa da mesi, per la precisione da quando sono andata a Casa Abruzzo a vedere uno showcooking della mia amica Cookthelook. Curiosando tra i prodotti tipici abruzzesi ho visto questi piccolissimi coni di cialda. Vengono usati come decorazione per le coppe di gelato, ma a me hanno subito fatto pensare a delle piccole tortine a forma di cono gelato. Solo che su Milano non si trovano con facilità… ed ecco che Giorgia me ne ha regalati un po’ durante una sua trasferta milanese!

Il procedimento per fare le cake pops è semplice e lo trovate qui. Ho creato delle sfere molto piccole, in misura per i miei conetti di cialda. Le ho incastrate nei coni e poi ho ricoperto con cioccolato giallo (altro avanzo del compleanno di Tati!).

Qualche zuccherino colorato et voilà… Una merenda a tempo record!!!

I muffins più buoni del mondo

Metti un sabato, l’ultimo sabato, in Expo. Metti uno showcooking al Cluster Cacao e Cioccolato in Expo 2015 Milano. E mettici pure che è Halloween. Quale occasione migliore per un dolcetto o scherzetto a modo mio?  I miei Muffins Più Buoni del Mondo sono un dolcetto eccezionale e contengono uno “scherzetto”: zucchine! So che a prima vista l’abbinata zucchine e cioccolato non sia, come dire, attraente… Ma fidatevi, otterrete dei muffins super cioccolatosi, leggeri anzi leggerissimi perché quasi senza grassi, totalmente goduriosi. E se direte a qualcuno che sono fatti  con le zucchine vi prenderanno per dei burloni!

I muffins più buoni del mondo

Ingredienti

2 uova
120 ml olio di cocco
200 gr zucchero di canna
130 gr di Farina 00
½  cucchiaino lievito per dolci
½  cucchiaino bicarbonato
45 gr cacao non zuccherato
225-250 gr di Zucchine a Julienne
1 manciata di gocce di cioccolato

Come si fa

Per prima cosa è importante che le zucchine perdano un po’ della loro acqua di vegetazione. Io le metto in uno strofinaccio e lo attorciglio stretto in modo da asciugarle un po’.

In una ciotola monto le uova con lo zucchero di canna. Quando sono ben montate aggiungo l’olio di cocco (oppure olio vegetale).

In un’altra ciotola mescolo tutti gli ingredienti secchi, quindi farina, lievito, bicarbonato, cacao e una manciata di gocce di cioccolato. Mischio gli ingredienti secchi con quelli liquidi e aggiungo le zucchine a julienne. Se l’impasto fosse troppo denso (spesso dipende dalla grandezza delle uova usate) aggiungo un po’ di latte (o acqua calda) in modo da renderlo più fluido.

Verso in una teglia da muffins e poi via in forno caldo, 180°, per 20-25 minuti.

Una spolverata extra di cacao ed i Muffins più buoni del mondo sono pronti!

Coppetta di cioccolato: si mangia tutto!

Ecco una delle frasi tipiche che i grandi si ritrovano a ripetere ai bimbi… Si mangia tutto!

Bene, questo è uno dei pochi casi in cui non vedranno l’ora di accontentarvi! Eh sì, perché cosa può esserci di meglio di una coppetta fatta tutta di cioccolato? Facile, una coppetta tutta di cioccolato fatta insieme a loro!

Coppetta di cioccolato

Come si fa

Dire che è semplice è davvero riduttivo! Procuratevi dei palloncini gonfiabili, per una coppetta piccola l’ideale è usare dei gavettoni.

Fateli gonfiare ai vostri piccoli aiutanti nella misura che preferite… Fate un bel nodo e avrete fatto praticamente metà del lavoro!

Adesso si tratta solo di sciogliere del cioccolato a bagnomaria, io avevo dei candy melts rossi ed ho usato quelli anziché lavorare con il classico cioccolato. Naturalmente sbizzarritevi anche in base a come deciderete di riempirle…

Dato che in casa non avevo granché io, Mattia ed Irene abbiamo pensato di riempirle con altri dolcetti, come piccoli cioccolatini, decorazioni in zucchero e un po’ di acini d’uva. E una spolverata di glitter alimentare per un tocco… Magico!

Quando il cioccolato è sciolto lo si versa in una coppetta o in una tazza il cui diametro sia di poco maggiore rispetto al palloncino.

Poi si immerge semplicemente il palloncino nel cioccolato, si ruota per bene all’interno della tazza in modo che sia ricoperto quasi per metà. Quindi con una mossa decisa (il cioccolato lo rende più pesante!) si solleva e si appoggia su un foglio di carta forno o silicone.

Quando lo appoggiate cercate come di disegnare un cerchietto, in questo modo la vostra coppetta avrà una piccola base.

Lasciate che il cioccolato solidifichi e … divertitevi!

Con uno stuzzicadenti scoppiate il palloncino, una volta sgonfiato si tratta di staccarlo con delicatezza dall’interno della coppetta.  Più il cioccolato è freddo più sarà facile rimuovere il palloncino.

Adesso riempite le coppette con quello che preferite… frutta, cioccolatini, caramelle, biscotti… Facile no?

Coppetta di cioccolato

Brownies: can you beet these?

Questi brownies sono imbattibili. Davvero. Goduriosi come solo i brownies al cioccolato possono essere, soffici ma al tempo stesso come cremosi… Un vero peccato di gola, che è un peccato non mangiare in questo caso dato che oltre che buoni fanno bene!!!! Già perché l’arma segreta dei  miei brownies altro non è che la Barbabietola!

La mia torta col Barbatrucco è ottima ma questi brownies sono una versione ancora più leggera e soprattutto express. Poco tempo per prepararli, giusto un quarto d’ora in forno e siete pronti per una colazione o una merenda super!

Ho preparato questi Brownies anche nel mio showcooking ad Expo e devo dire che mi hanno dato grande soddisfazione anche lì!

Brownies

Ingredienti

240 gr farina 00
150 gr zucchero di canna
250 gr barbabietole (già cotte, quelle sottovuoto del supermercato sono perfette!)
250 gr cioccolato fondente (io uso 70%)
70 gr olio di cocco

Come si fa

Metto le uova e lo zucchero di canna in planetaria e le lascio gonfiare bene. Nel frattempo metto la barbabietola tagliata a pezzi nel mixer e la riduco in purea.

Aggiungo questa crema fucsia al composto di uova, aggiungo l’olio di cocco (se non lo trovate del comune olio di semi andrà bene, se lo trovate meglio!) quindi verso la farina, il lievito ed il bicarbonato e lascio amalgamare bene.

Se preferite potete omettere il lievito, in questo caso se volete ottenere dei brownies comunque alti e soffici però un po’ come succede per il pan di spagna è molto importante far gonfiare bene le uova facendole montare per almeno un quarto d’ora e aggiungendo poi lo zucchero.

Sciolgo il cioccolato nel microonde e lo aggiungo in planetaria. Una veloce mescolata, in modo che il mix dei nostri brownies sia bello omogeneo e via in teglia! 180° in forno statico per circa 15 minuti ed è fatta!

Per decorare uso tageti secchi commestibili e/o polvere di lampone. Ma una sana e classica spolverata di zucchero a velo andrà benissimo se li non avete!

Mousse al cioccolato col trucco

In cucina mi piace sempre spiazzare… Proporre dolci, o più in generale piatti, all’insegna del “niente è come sembra”… E così, dopo aver travestito delle barbabietole da torta ora è la volta di una merenda in cui a esser nascosto è l’avocado!

Si tratta di un dolce vegetariano e vegano (se non utilizzate il miele ma ad esempio lo sciroppo d’agave dato che il miele è di origine animale!) che si prepara davvero in 5 minuti e che quanto a sapore non ha nulla da invidiare ad una qualunque mousse al cioccolato. Insomma, sano e godurioso allo stesso tempo! E ovviamente non è previsto l’utilizzo di forni e fornelli come per buona parte delle ricette che ho scelto di proporvi in questa afosissima estate!

Mousse al cioccolato col trucco

Cosa serve

1 banana molto matura
1 avocado
cacao amaro
miele
frutti rossi (io li uso disidratati ma naturalmente freschi vanno benissimo!)

Come si fa

Per prima cosa spezzettate grossolanamente la banana e mettetela nel mixer. Frullate ed aggiungete poi l’avocado tagliato a pezzi. Frullate di nuovo e a questo punto aggiungete un po’ di miele ( o di sciroppo d’agave se siete vegan). Non posso fornirvi una quantità precisa perché di fatto il grosso degli zuccheri e quindi della dolcezza di questa mousse è dato dalla banana… Più è matura più è dolce e zuccherina e meno miele servirà…

Frullate per bene fino ad avere una crema liscia ed omogenea, per intenderci non deve essere visibile nessun frammento di avocado!

A questo punto aggiungiamo il cacao. Io ne uso un paio di cucchiaini ma anche qui mi regolo molto con un metodo veramente infallibile: l’assaggio!

Volendo potete aggiungere del cioccolato fondente per un tocco extra. In questo caso dovete polverizzare in anticipo il cioccolato col mixer in modo da renderlo finissimo prima di aggiungerlo alla mousse. Con questa aggiunta la crema diventerà più compatta e meno “moussosa” se così si può dire, forse più adatta come dessert che come merenda o snack.

Una cosa è certa, è ottima in entrambi i casi!

Dividete subito la mousse in bicchierini o tazzine monoporzione e mettete in frigo a raffreddare. Prima di servirla decorate con frutti rossi a piacere. Io uso quasi sempre la frutta disidratata sia perché mi piace da un punto di vista estetico sia perché rispetto alla frutta fresca ha una nota acida maggiore che ben si sposa col cioccolato.

Una mousse buona e sana in 5’? Fatto!!!!!

BanCiok: dolcetto alla banana

Caldo, afa, sonno e stanchezza. Alzi la mano chi non se ne lamenta in questo periodo??? Se non avete alzato la mano significa che siete già in vacanza, spaparanzati in spiaggia o a fare camminate in montagna o in giro per qualche meravigliosa parte del mondo… Quindi mi tocca aggiungere “invidia” alle parole precedenti!

In queste giornate e serate così “appiccicose” ci vorrebbe proprio qualcosa di fresco. Un gelato è perfetto, ma se siete alla ricerca di qualcosa di più godurioso e al tempo stesso sano, che possa essere una merenda o al tempo stesso uno snack serale ho quel che fa per voi. Il BanCiok. Nome esotico eh? In realtà non si tratta d’altro se non di un dolcetto alla banana, cioccolato e burro d’arachidi.

Ora io lo so che leggete burro d’arachidi e pensate subito ai telefilm americani e a qualcosa che è una schifezza a stelle e strisce e che porta all’obesità. Bene, vi sbagliate di grosso!

La sola cosa vera è che il burro d’arachidi è calorico. E che quelli che si trovano più comunemente nei supermercati hanno una buona dose di grassi aggiunti, quindi se potete meglio bio… Certo, potremmo fare la stessa analisi anche per la famosissima crema spalmabile alla nocciola che invece consumiamo abitualmente, quindi dato che in questa ricetta di burro di arachidi ne basta davvero poco, possiamo volendo soprassedere al discorso bio… Se invece optate per questa scelta vi consiglio di provare ad usare anche il burro di mandorla o di cocco, sono dei prodotti davvero da scoprire!

Tornando al burro di arachidi è ricco in proteine, grassi “buoni” (non quelli addizionati di cui parlavo sopra, dico proprio i grassi  naturali dell’arachide!), magnesio e vitamina E e B3.

Ma soprattutto ha un sapore vagamente salato che contrasta bene con il dolce della banana e che aggiunge cremosità a questi bocconi al cioccolato!

dolcetto alla banana

COME SI FA

Prendete una banana e tagliatela a rondelle spesse il più possibile simmetriche. Mettete poco burro di arachidi su una rotella e ricoprite con un altro pezzo di banana. L’idea è in pratica quella di andare a creare dei sandwich di banana farciti di burro d’arachidi…

Mettete  a raffreddare in frigo mentre sciogliete del cioccolato fondente. Io uso un 70% ma naturalmente dipende dai vostri gusti. A me piace molto il contrasto amaro-dolce che si ottiene con un cioccolato del genere, ma davvero de gustibus…

Ora esattamente come si fa per le cake pops andiamo a intingere uno stecchino nel cioccolato, infilziamo il sandwich di banana ben freddo e andiamo a ricoprirlo tutto con il cioccolato. Per velocizzare questa operazione potete passare prima i sandwich di banana in freezer per una 10’ di minuti massimo.

Oppure potete ricoprire i sandwich solo col cioccolato, senza il passaggio dello stecchino!

Mettete in frigo se preferite che l’interno rimanga molto cremoso oppure in freezer se preferite mangiarli tipo bocconi di gelato!

Per me il Banciok è davvero uno di quei dolcetti da “mai più senza”.

Bon Bon Cheesecake

Succede che un giorno rientrando a casa ho trovato un bel pacco ad attendermi, una mega scatola contenente una bella scorta di Crème Fraiche. Ora, la mia passione per la cheesecake è ben nota e così mi sono divertita a sperimentare un po’, partendo sempre dalla mia collaudata ricetta base.

Il risultato? Dei BonBon che sembrano dei semplici cioccolatini ma che in realtà sono dei piccoli morsi di cheesecake, o quasi!

BON-BON-CHEESECAKE

Cosa serve

1 confezione di formaggio spalmabile (da 250 gr)
1 confezione Crème Fraiche
1 confezione di Zucchero a Velo (125 gr)
3 tavolette di cioccolato bianco
1 confezione di biscotti farciti al cacao
cioccolato o candy melts come copertura

Come si fa

Per prima cosa sciolgo del cioccolato o dei candy melts a bagnomaria. In questo caso ho usato del cioccolato bianco e del colorante alimentare per arrivare a questa tinta rosa. Potete usare ovviamente il cioccolato che preferite, se volete lavorare con il colore potete ricorrere appunto ai candy melts che si trovano nei negozi di cake design. I candy melts sono già colorati e non necessitano di temperaggio. Sono decisamente comodi da utilizzare anche se io preferisco generalmente utilizzare del cioccolato bianco, trovo i candy melts un po’ troppo vanigliati… quindi se ho tempo preparo il cioccolato colorato da me!

Per far sì che i gusci di questi bon bon di cheesecake risultino belli lucidi e croccanti è preferibile temperare il cioccolato (non i candy melts ovviamente!)

I bravi pasticceri sanno temperare il cioccolato in molti modi, io non sono per nulla brava ed utilizzo molto spesso il “temperaggio per inseminazione”.

A dispetto del nome parecchio inquietante si tratta di un metodo molto semplice e veloce per temperare il cioccolato, semplicemente tenete da parte ¼ del peso del cioccolato che dovete sciogliere. Quando avrete sciolto il resto, spegnete il fuoco togliete il pentolino dal bagnomaria ed aggiungete il cioccolato tenuto da parte mescolandolo per bene.

Verso un po’ di cioccolato nelle cavità dello stampo che ho scelto, in questo caso uno stampo in silicone che ricorda un po’ i babyblock con cui giocano i bimbi con le lettere scritte sui vari lati.

Con un pennello ricopro i lati di tutte le cavità e se serve aggiungo altro cioccolato.

Mentre i miei gusci di cioccolato solidificano, preparo la crema della cheesecake, usando la mia ricetta al cioccolato bianco. Aggiungo una tavoletta extra per dare più consistenza al mio ripieno.

Quando la crema è pronta aggiungo una confezione di biscotti farciti al cacao sbriciolati nel mixer (o col buon vecchio metodo del sacchetto e del batticarne, è old school ma funziona sempre!!!).

Potete usare qualunque tipo di biscotto, io prediligo generalmente biscotti o farciti o secchi ma sempre al cacao perché mi sembra vadano a stemperare un po’ la dolcezza del cioccolato bianco… Ma potete tranquillamente usare qualunque altro biscotto, il senso è quello di incorporare quella che di solito è la base di una cheesecake alla crema!

Riempio i gusci di cioccolato dentro lo stampo con questa crema, che ricorda una cheesecake frullata… Uso una sac a poche oppure un cucchiaino, a seconda della misura dello stampo che sceglierete.

Batto per bene lo stampo per eliminare eventuali bolle d’aria e compattare bene il ripieno dei miei bon bon e ricopro la base con altro cioccolato fuso. Metto in frigorifero o in freezer se ho poco tempo e quando tutto si è ben raffreddato rovescio lo stampo in silicone sul piano di lavoro e con delicatezza estraggo i bon bon.

La quantità di Bon bon che potete creare è naturalmente proporzionata allo stampo che sceglierete di usare. Queste lettere sono abbastanza piccole per cui ne ho approfittato per preparare anche altre forme, con spessori e dimensioni molto diverse. La mia preferita? Questa insolita tortina di compleanno per il mio amico Giuse!

BON-BON_TORTA-GIUSE

La tazza magica

Arrivo tardi lo so, ma come si dice? Meglio tardi che mai!!! Da tempo oramai spopolano sul web milioni di ricette per torte, muffins o brownie da cuocere comodamente in una tazza nel microonde

Esattamente l’idea geniale per risolvere una colazione della domenica o una merenda speciale con i bambini adesso che il caldo si fa sentire e che la voglia di accendere il forno diminuisce a mano a mano che la temperatura sale!

Si prepara in un attimo e davvero per i bimbi ha un qualche cosa di magico: una torta pronta in 2’? al cioccolato? E che possiamo preparare insieme? Bisogna riconoscere che hanno ragione loro, un po’ magico lo è!

Io ho usato delle tazze molto grandi, in modo da non avere problemi con la lievitazione, voi regolatevi di conseguenza… di sicuro serve una mug bella comoda, se volete usare una tazzina dovrete modificare la dose indicata. Uso i misuratori all’americana per praticità, devo dire che per una ricetta così veloce sono la soluzione perfetta. Tanto più che possono usarli direttamente i bimbi e prepararsi da soli la loto Tazza Magica

Si prende una tazza (ovviamente… deve poter andare in microonde!), si versano tutti gli ingredienti, si mescola con un cucchiaio, se l’impasto fosse troppo denso si può aggiungere un altro po’ di latte (o acqua)…  2’ alla potenza massima ed è pronta!

Questa è la mia ricetta base ma potete davvero sbizzarrirvi e “giocare” a scoprire nuovi sapori. Un po’ di scorza d’arancia, o qualche arancia candito… oppure delle noci o delle mandorle… o delle gocce di cioccolato per renderlo ancora più “cioccolatoso”… insomma, si può davvero sperimentare!

Una sola, importante, accortezza: il nostro brownie scotterà parecchio per cui aspettate un paio di minuti prima di farlo azzannare ai bimbi in modo che non sia ustionante!

Cosa serve
¼ cup  di zucchero di canna (40 gr)
¼ cup  di farina autolievitante (30 gr)
1 cucchiaio di cacao amaro
1 cucchiaio di olio
3 cucchiai di latte (o acqua!)
1 pizzico di sale

tazza_magica2