Marshmallow limone e timo

La mia passione per i marshmallow è nota… sarà che mi fanno tornare un po’ bambina, sarà che mi sembra sempre ci sia qualcosa di magico in uno sciroppo di zucchero liquido e trasparente che diventa un ammasso di crema marshmallow bianca e soffice (e sì, lo so che ha a che fare con la chimica ma continuo a preferire la fatina dei dolcetti come spiegazione!), sarà anche che con questo caldo la mia voglia di accendere il forno è pari a zero… Insomma in questi giorni sto giocando un po’ con diversi abbinamenti. E questo, Limone & Timo mi soddisfa parecchio!

Chi l’avrebbe detto che una caramella da bimbi potesse diventare gourmet?

Ingredienti

300 gr di zucchero
120 gr di glucosio
50 gr di acqua
16 gr di gelatina in fogli
1 limone, scorza e succo
1 cucchiaino di foglie di timo
sale un pizzico
zucchero a velo
amido di mais
olio vegetale

marshmallow

Come si fa

I passaggi sono molto simili alla ricetta di base che trovate QUI.

Ricapitolando:

1- per prima cosa preparo uno zucchero aromatizzato. Lo preparo in anticipo prima in modo da ottenere un sapore più intenso! Metto nel mixer lo zucchero, le foglioline di timo e la scorza di limone e frullo a intermittenza per rendere il tutto il più omogeneo possibile. Poi metto lo zucchero aromatizzato e lo lascio riposare per almeno 24 ore.

2- a questo punto procedo con la ricetta classica dei marshmallow, quindi verso lo zucchero aromatizzato in un pentolino, aggiungo acqua e glucosio e lascio bollire  fino allo stadio della Piccola Bolla (120° circa) .

3 – mentre lo sciroppo è sul fuoco, metto in ammollo la gelatina, dopo circa 10’ la strizzo e la metto in planetaria al minimo della velocità. Quando  lo sciroppo arriva alla giusta temperatura, lo verso a filo sulla parete della ciotola della planetaria e aumento  mano a mano la velocità.  Il composto diventerà bianco, colloso e triplicherà di volume. A questo punto aggiungo il succo di limone (e se sono solo per adulti anche un cucchiaino di gin per aromatizzare ulteriormente il tutto!). Appena il liquido è bene incorporato, metto la planetaria a velocità massima per circa 5’.

4- mentre il marshmallow si monta senza che io faccia troppa fatica mi occupo della teglia. Per prima cosa la ungo con olio vegetale aiutandomi con un pennello, metto della carta forno tagliata in misura e che sborda per un bel pezzo, in modo che mi possa servire per estrarre con facilità il blocco di marshmallow dalla teglia. Mischio zucchero a velo ed amido di mais, verso questo composto sulla carta forno e cospargo un paio di manciate di tageti commestibili secchi (li trovo in erboristeria).

5- quando il marshmallow è pronto, mi bagno le mani con acqua calda e con l’aiuto di una spatola, sempre bagnata, verso il dolce nella teglia. Non appena al tatto diventa troppo appiccicoso mi ribagno le mani e ribagno la spatola. Una volta versato tutto, appiattisco la superficie del marshmallow e ricopro con altro zucchero a velo + amido e con un paio di ulteriori manciate di tageti. Lascio riposare per almeno 8-10 ore.

MARSHMALLOW HOME MADE

Marshmallow BASIC

Ebbene sì, i marshmallows fatti in casa… Chi l’avrebbe detto? Sono cresciuta pensando a loro come a qualcosa di chimico-sintetico… e invece bastano 3 ingredienti ed una planetaria o delle fruste elettriche! Una volta assaggiati i Marshmallow HomeMade niente sarà più come prima…  Beh forse è troppo, ma di sicuro non guarderete più ai sacchetti di marshmallow confezionati, bianchi e rosa come un tempo!!!

Come dolci sono senza glutine, ma i miei casalinghi non sono vegetariani, dato che per la “gommosità” utilizzo della colla di pesce. Ho fatto qualche esperimento con l’agar agar ma non sono ancora arrivata a trovare un sostituto veg che mi soddisfi… Ma la mia ricerca continua!

Di variazioni sul tema Marshmallow ce ne sono parecchie, l’argomento mi appassiona… per la gioia del mio dentista! Ecco la mia super ricetta di base per Marshmallow alla Vaniglia!

Ingredienti:
300 gr di zucchero
120 gr di glucosio
50 gr di acqua
16 gr di gelatina in fogli
Baccello vaniglia (o vaniglia in polvere)
Sale un pizzico
Zucchero a velo
Amido di mais
Olio vegetale

Poi servono:
Pentolino in acciaio con fondo spesso
Termometro da zucchero
Planetaria con fruste
Sacchetto tipo freezer
Teglia in silicone o in alluminio usa e getta

COME SI FA:

1- Nel pentolino metto acqua zucchero e glucosio e porto a bollore fino a circa 120° ossia allo stadio della piccola bolla. Nel frattempo metto in ammollo la gelatina.

2 – Strizzo la gelatina, la metto nella planetaria, aggiungo i semi della bacca di vaniglia (o la vaniglia in polvere). Aziono al minimo, verso lo sciroppo di zucchero bollente e aumento un po’ alla volta la velocità. Nel giro di 5-6′ da trasparente il composto diventerà bianco, colloso e triplicherà di volume. Lascio andare a velocità massima per un 2′ ancora.

3- Mentre la planetaria lavora, preparo la teglia: verso in un sacchetto da freezer 3 cucchiai di zucchero a velo e 3 di amido di mais e li mescolo agitando il sacchetto. poi ungo la teglia, sia che si tratti di alluminio che di silicone, e ci spargo sopra la miscela di zucchero e amido a mo’ di “crosticina”.

4- Prendo la ciotola della planetaria e verso il marshmallow nella teglia.

A questo punto generalmente mi faccio  il segno della croce dato che mi ritrovo quasi sempre cosparsa di un blob bianco marshmallowoso!! Fortuna per pulirsi basta un po’ di acqua calda! Per aiutarmi uso una spatola inumidita d’acqua o passata con olio e una volta versato in teglia uso le mani bagnate per livellarlo. Spolvero un po’ di zucchero+amido anche sulla superficie e lascio solidificare per un 6-8 ore.

5- Rovescio su un piano la teglia, stacco il blocco di marshmallow e vado a tagliarli come preferisco. Uso un coltello con lama umida o unta d’olio oppure un tagliabiscotti, sempre bagnandolo per evitare che la parte cremosa si incolli su lama o bordi. Prendo i marshmallow tagliati e li butto nel sacchetto con zucchero+amido. Agito bene fino a che tutti i bordi non saranno più appiccicosi.